I NOSTRI MARCHI per scaldabagni a gas



I NOSTRI MARCHI PER SCALDABAGNI elettrici



ALCUNI CONSIGLI PER LA SCELTA DELLo scaldabagno

 

Scaldabagno elettrico

 

Lo scaldabagno elettrico è composto da un serbatoio coibentato, all’interno del quale l’acqua viene scaldata da una serpentina alimentata elettricamente.

La temperatura dell’acqua è regolata da un termostato che, raggiunto il livello impostato, spegne lo scaldabagno.

L’acqua si mantiene calda per lungo tempo in quanto il serbatoio è isolato termicamente.

 

Lo scaldabagno elettrico ha costi di acquisto e installazione bassi, ma costi di consumo piuttosto alti.

Dove l’acqua è di tipo calcareo occorre periodicamente effettuare una manutenzione per eliminare il calcare che si deposita e che ne diminuisce l’efficienza.

 

Consigli per risparmio energetico:

 

1.  Scegliere uno scaldabagno delle dimensioni adeguate in base alle esigenze della famiglia, considerando che il consumo medio giornaliero per una coppia è di 50 lt

2.  Installarlo vicino ai rubinetti di utilizzo, generalmente in bagno per evitare dispersioni nelle tubature. Se la cucina è lontana conviene installarne uno piccolo aggiuntivo sotto il lavello.

3.  Impostare il termostato ad una temperatura compresa fra 60°C (estate) e 70°C (inverno).  

4.  Se la casa è disabitata per molte ore al giorno, conviene installare un timer che lo accenda un po’ prima dell’utilizzo previsto (tempo che dipende dalla capacità del boiler), in particolare nella primissima mattina in cui l’energia elettrica ha un costo inferiore.

 

 

Scaldabagno a gas

 

 Lo scaldabagno a gas è composto da una fiammella alimentata a gas che scalda l’acqua mentre scorre dentro una tubatura.

Tale fiammella viene accesa solo nel momento in cui un sensore percepisce lo scorrimento dell’acqua e si spegne quando l’acqua si ferma.

 

In questo modo la temperatura dell’acqua è costante, il consumo minimo e l’acqua calda è sempre disponibile.

Generalmente questo tipo di scaldabagno ha bisogno della corrente per attivare la scintilla necessaria all’accensione della fiammella.

 

I costi di acquisto e di installazione sono elevati e devono essere rispettate alcune regole di sicurezza.

Generalmente vanno installati all’esterno, ma se sono a camera stagna e tiraggio forzato, possono essere collocati anche all’interno.

 

Questo tipo di scaldabagno necessita di manutenzione periodica e se l’acqua è molto dura occorre utilizzare un decalcificante per evitare che il calcare si depositi sulle tubature, alterando il flusso dell’acqua e l’efficienza dello scaldabagno.

 

Consigli per risparmio energetico:

 

   1.  Scegliere uno scaldabagno dalla portata adeguata alle esigenze della famiglia, generalmente tra 11 a 18 lt/minuto.

2.  Impostare il termostato ad una temperatura compresa fra 35°C (estate) e 45°C (inverno).